Ti trovi qui:Articoli»Articoli e Notizie»Come diventare Tagesmutter - Asili Nido
TROVA UN ASILO A:

specifica i servizi (opzionale):

Come diventare Tagesmutter

Diventare tagesmutterCHI È LA TAGESMUTTER?

Le Tagesmutter (dal tedesco "mamme di giorno") sono madri che ospitano a casa propria i bambini di altri genitori venendo retribuite come tate. Si tratta di un modo per le famiglie di risparmiare e per la madre di avere un guadagno se rimane senza lavoro dopo la maternità. Non è fondamentale avere un particolare titolo di studio, ma per le aspiranti "bambinaie" devono svolgere un corso di formazione gratuito, mediamente della durata di 250 ore, organizzato dalle amministrazioni locali.

Non essendo rischiesti particolari titoli di studio, anche le più giovani, costrette per via della gravidanza ad abbandonare gli studi, possono diventare tagesmutter e migliorare le proprie condizioni economiche grazie a una lavoro flessibile che al tempo stesso permette di occuparsi dei propri figli. Questa bella iniziativa sta prendendo piede in tutta Italia e ci si augura che possa davvero essere una valida alternativa per tutte quelle donne "discriminate" proprio per il loro desiderio di essere madri.

 
I CRITERI PER DIVENTARE TAGESMUTTER

I criteri di ammissione per accedervi sono semplici (e dettati dal buon senso): gioia nel lavoro con i bambini, esperienza nell'assistenza di bambini propri o altrui, disponibilità della propria famiglia ad aprire i propri ambienti privati ai bambini assistiti ed ai loro genitori, competenze personali e sociali, intenzione di lavorare, al termine della formazione, come Tagesmutter. La formazione delle Tagesmutter funziona in modo differente da regione a regione.

Il corso tratta materie come psicopedagogia, pediatria, alimentazione, igiene, creatività, sicurezza, legislazione, cooperazione, marketing sociale, pronto soccorso, imprenditoria e organizzazione del lavoro. I corsi di formazione per tagesmutter sono indispensabili per imparare a progettare le attività ludiche ed educative per i bambini come laboratori manuali, musicali, attività di manipolazione, etc. e inoltre a gestire i rapporti con le famiglie. Nei corsi di formazione si insegnano i corretti principi di alimentazione e le tecniche base di primo soccorso.

Una volta ottenuti i permessi necessari è possibile ospitare presso il proprio domicilio un massimo di 5 bambini (compresi i propri figli) di età compresa tra i 0 e i 3 anni. Per bambini al di sotto di 1 anno il numero massimo in compresenza è di 3. Possono diventare tagesmutter tutte le mamme a partire dai 21 anni d'età che risultino disoccupate.  È la tagesmutter che decide gli orari in cui offrire la propria accoglienza, che può variare anche da bambino a bambino. Questo le cosente una maggior flessibilità e garantisce la conciliazione di lavoro e famiglia.

LE REGIONI CHE RICONOSCONO LE TAGESMUTTER

Le più attive sono il Trentino, la Lombardia, il Veneto, l'Emilia Romagna e il Lazio. Le tagesmutter devono far parte di un'associazione riconosciuta (generalmente si tratta di enti no-profit) che le coordina. La formazione è completamente gratuita. La casa in cui si ospitano i piccoli, infine, deve soddisfare le norme di sicurezza e igienico-sanitarie previste dalle legge, oltre ad uno spazio attrezzato per il riposo e una dotazione di primo soccorso.

COSTI E GUADAGNI PER FAMIGLIE E TAGESMUTTER

L'asilo nido comunale ha un costo medio di 300,00 € al mese, con variazioni notevoli tra le diverse città; l'asilo nido privato ha un costo medio di 500,00 €. Ciò crea disagio a quelle famiglie che non possono permettersi quella spesa e sono costrette ad affidarsi a genitori e nonni pur di lavorare; e quando nemmeno i familiari possono dare una mano, o si ricorre alle baby sitter in nero o le madri rinunciano al lavoro.

Considerando che un bambino tra 0 e 3 anni necessita di un'assistenza giornaliera di 5-7 ore, una famiglia spende al mese circa 300,00 € per lasciare il proprio bambino in una struttura pubblica, più altri 200,00 € per pagare una baby sitter in nero negli orari in cui l'asilo chiude e i genitori sono ancora impegnati. La cifra media totale diventa quindi 500,00 € mensili.

Con la Tagesmutter, invece, si spenderebbero circa 350,00 € mensili totali, con un risparmio di circa 150 euro (sempre laddove è previsto il contributo pubblico regionale che consente un costo medio familiare di 3 euro all'ora per il servizio Tagesmutter). Il problema è che il servizio di Tagesmutter non è ancora definito perché non c'è una legge a carattere nazionale, tutto è lasciato nelle mani delle singole Regioni, dando origine ad enormi differenze a livello geografico tra Nord e Sud.
Redazione di Asilinido.biz