Ti trovi qui:Articoli»Articoli e Notizie»Libri per Bambini - Asili Nido
TROVA UN ASILO A:

specifica i servizi (opzionale):

Libri per Bambini

Fiabe per bambiniPERCHÉ RACCONTARE LE FIABE AI BAMBINI

"Mamma, raccontami una storia": i bambini, si sa, amano sentirsi raccontare le fiabe. Già all'età di sei-sette mesi riescono a seguire la mamma o l'educatrice dell'asilo nido mentre racconta le vicissitudini di qualche personaggio fantastico, meglio se con l'ausilio di qualche libro illustrato.
Perché questo fascino?

Secondo gli psicologi la risposta è semplice: perché nelle fiabe i bambini proiettano se stessi, il loro mondo e soprattutto le loro paure, riuscendo così a vincerle. Il bambino è catturato e incantato dalle storie delle fiabe perché proprio lì riesce a trovare le risposte alle proprie domande sul mondo che lo circonda e a soddisfare il proprio bisogno di conoscenza.

Le fiabe mettono i bambini in contatto con un mondo nuovo, fantastico, ma allo stesso tempo un mondo in qui vivono personaggi che si trovano a dover affrontare le più diverse difficoltà, riuscendo sempre a superarle. È racchiuso qui il messaggio positivo delle fiabe.

 
BETTELHEIM E IL MONDO INCANTATO DELLE FIABE

Bruno Bettelheim, psicanalista statunitense di origie austriaca, ha dedicato buona parte dei suoi studi ad analizzare le fiabe per bambini e il loro valore pedagogico. Uno dei suoi maggiori successi è proprio "Il mondo incantato", un'opera in cui Bettelheim analizza i significati nascosti di fiabe come Hänsel e Gretel, Cappuccetto Rosso, Biancaneve e i sette nani, la Bella Addormentata nel Bosco.

Il libro spiega come le fiabe riescano a rispondere ai principali problemi a cui si trova di fronte il bambino (il bisogno di essere amati, la sensazione di essere inadeguati, l'angoscia della separazione, la paura della morte, il conflitto edipico e l'aggressività, ecc.) incarnando il bene e il male nei personaggi rappresentati e rendendo quindi distinto e chiaro ciò che nella realtà è confuso.

Il bambino capisce che come l'eroe ottiene il suo regno e la felicità dopo aver superato le prove che si presentavano durante il cammino, così anche lui arriverà alla propria indipendenza e realizzazione solo affrontando le sfide della vita. L'identificazione con i personaggi e la partecipazione emotiva al racconto sono possibili perché le fiabe parlano il linguaggio della fantasia, che è lo stesso del bambino.